Agenzia “In Liguria” brinda a Vinitaly

C’è molta Liguria all’edizione 2022 di Vinitaly, la rassegna internazionale dedicata al mondo dell’enologia e del gusto in programma a Verona dal 10 al 13 aprile. Con Agenzia “In Liguria” a promuovere le sue imprese, la produzione ligure si conferma come un asset strategico anche per il marketing territoriale, con la sua produzione imitata nei numeri ma in grande crescita rispetto alla qualità: 1700 gli ettari di superficie coltivata, per in export cresciuto nel 2021 del 26,7% rispetto al 2020.

Sono circa 1500 le imprese liguri che operano nel settore tra produttori, aziende agricole e imbottigliatori. Oggi la Liguria vanta 8 denominazioni di origine controllata: Rossese di Dolceacqua, Ormeasco di Pornassio, Riviera Ligure di Ponente, Valpolcevera, Golfo del Tigullio, Colline di Levanto, Cinque Terre, Colli di Luni. Si aggiungono poi le 4 Indicazioni geografiche tipiche: Colline Savonesi, Liguria di Levante, Colline del Genovesato, Terrazze dell’Imperiese.

Lo stand della Liguria a Vinitaly, realizzato grazie alla collaborazione tra Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova, Camera di Commercio delle Riviere e l’associazione temporanea di imprese “Promozione Vini di Liguria”, si presenta al centro dela kermesse con i suoi 200 metri quadrati, e punterà tutto sul claim Emozioni di Liguria: i visitatori troveranno un grande ledwall che racconterà per immagini cosa significhi produrre vino in una terra complessa, aspra e suggestiva come la Liguria, uno spazio dedicato agli assaggi e uno agli incontri B2B. Saranno 12 i produttori in presenza, rappresentativi di tutto il territorio, da Ponente a Levante, dalla costa all’entroterra, e 52 le aziende coinvolte complessivamente: grazie ad esse i visitatori potranno compiere un vero e proprio viaggio in Liguria attraverso le 84 etichette in mescita al banco assaggi.

Tra le iniziative in svolgimento a Verona con il marchio del made In Liguria: la presentazione degli eventi “Mare e Mosto” e “Liguria da bere”, la presentazione del Consorzio per la tutela dei Vini DOP e IGP Colli di Luni, Cinque Terre, Colline di Levanto e Liguria di Levante, alle 14 spazio alle celebrazioni dei 50 anni del Rossese, in collaborazione con il Comune di Dolceacqua, e alle 16 Regione Liguria conferisce il premio “Viticoltore etico”. E poi Assaggia la Liguria: al mattino con il laboratorio sensoriale sull’olio extra vergine di oliva a cura del Consorzio del Basilico Genovese dop e del Consorzio dell’Olio dop Riviere di Liguria, al pomeriggio laboratorio sensoriale sul basilico genovese dop e il suo pesto, a cura del Consorzio del Basilico Genovese dop e del Consorzio dell’Olio dop Riviere di Liguria. Mercoledì alle 11 si chiude con la presentazione dei progetti agroalimentari in Liguria e delle iniziative di internazionalizzazione.

Lo stand si presenta con un grande ledwall, a tutta parete, accompagnato da video a tema: viticoltura eroica, biologica, biodinamica, di riscoperta, eccezionalità del contesto climatico, premi, celebrazioni, curiosità convergono al claim “Emozioni di Liguria” e tra i calici del bancone di mescita, che ritma la presenza diretta degli espositori con la valorizzazione di oltre ottanta etichette.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *