La Liguria al Festival del Giornalismo Alimentare

Regione Liguria, Agenzia di promozione turistica “In Liguria” e Camera di Commercio di Genova protagoniste al prestigioso Festival del Giornalismo Alimentare, a Torino dal 20 al 22 febbraio.

La partecipazione all’evento, dove si sono dati appuntamento centinaia di professionisti della comunicazione e dell’informazione in ambito alimentare, si inquadra nella campagna di promo commercializzazione del “made in Liguria” che caratterizza l’attività della Regione e di Agenzia “In Liguria” anche per il 2020. Quello del cibo e dei sapori è un settore strategico all’interno dell’articolata azione di promozione della Liguria su cui continuare facendo conoscere sempre di più la qualità dei prodotti made in Liguria e il lavoro dei tanti piccoli operatori che portano avanti una tradizione ricca e una forte esperienza.

Il valore del binomio tra turismo e patrimonio agroalimentare è ben chiaro a Pietro Paolo Giampellegrini, commissario straordinario di Agenzia In Liguria: “I rapporti tra il mondo del giornalismo, quello agroalimentare e la promozione del turismo – interviene Giampellegrini – sono naturali e per così dire inevitabili. Nel caso della nostra Liguria, la filiera alimentare, che può contare su alcuni elementi di forza rappresentata dalle nostre produzioni DOP e IGP, oltre che da un prodotto bandiera come il pesto, rappresenta una grande attrattiva per il comparto del turismo. Foodblogger, influencer, professionisti della sicurezza alimentare, chef e naturalmente giornalisti specializzati sono costantemente al centro della nostra attenzione. Dal 2019 abbiamo lanciato il format “Food & Green”, che in maggio vedrà l’allestimento di un nuovo “Village” del gusto e della sostenibilità, ancora più grande e importante di quello andato in scena un anno fa”.

Al Festival del Giornalismo Alimentare il “made in Liguria” ha avuto un proprio spazio totalmente dedicato: “Assaggia la Liguria”, corner didattico e di degustazione sui prodotti agricoli a Denominazione d’Origine della Liguria e due laboratori, uno dedicato a una eliminatoria del Campionato mondiale del pesto al mortaio, l’altro all’olio DOP Riviera Ligure. Tra i panel più significativi, quello del 21 febbraio organizzato dalla Liguria ha visto presenti allo stesso tavolo di discussione l’assessore al Turismo Giovanni Berrino e il Commissario dell’Agenzia Pier Paolo Giampellegrini, per la Camera il Segretario Generale Maurizio Caviglia, per il Consorzio dell’olio DOP Riviera Ligure Carlo Siffredi e per il Consorzio del Basilico Genovese DOP Paolo Calcagno.

Anche l’ assessore Giovanni Berrino ricorda che “La partecipazione di Regione Liguria ad un evento così importante come il Festival del Giornalismo Alimentare si inquadra nella politica di promozione che questa amministrazione sta portando avanti fin dal suo primo giorno di lavoro. Essendo le eccellenze enogastronomiche una delle linee principali di promozione della nostra regione, riteniamo quindi che sia fondamentale che i professionisti dei media del settore diano il giusto spazio ai prodotti della nostra terra da Ponente a Levante che, come indicano i dati, sono un fattore di grande richiamo per i turisti. Il nostro obiettivo è proporre ai nostri ospiti un’offerta integrata e immersiva, a 360 gradi. Di recente infatti abbiamo lanciato “Liguria immersive experience” un prodotto turistico composto non solo da mare blu e spiagge (siamo la prima regione in Italia per numero di Bandiere Blu) ma anche da sapori, tradizioni artistiche e culturali e dalla natura dei nostri parchi nazionali e regionali e delle nostre aree marine protette”.

 

 

Intervento del Commissario Pietro Paolo Giampellegrini al Festival del Giornalismo alla conferenza “Promuovere la Liguria del cibo”:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *