“Surf the Mountain”, il gemellaggio più glamour del mondo

Comunicare la rinascita della Liguria del turismo, pronta a sorprendere tutti come quando inizia la primavera. Ecco l’obiettivo di “Surf the Mountain” un evento originale e unico, organizzato da Agenzia InLiguria e  andato in scena nel weekend del 23 e 24 marzo alla presenza di Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria, e di Antonio Fosson, Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta, all’ombra delle pendici del Monte Bianco. Il gemellaggio ha avuto protagoniste le due location più famose: Portofino e Courmayeur. Evento pronto a celebrare il momento tanto atteso della riapertura della strada che collega Santa Margherita a Portofino, prevista per sabato 6 aprile, rompendo quel senso d’isolamento che la piazzetta del borgo ha vissuto dallo scorso ottobre, a seguito di una disastrosa mareggiata.

Il programma è stato caratterizzato da vari eventi e degustazioni  nelle sale meeting  a 2173 metri nella stazione del Pavillon du Mont Fréty. Qui si è anche svolta la conferenza stampa introdotta dal commissario di Agenzia “In Liguria” Pietro Paolo Giampellegrini, con interventi di Giovanni Toti Presidente della Regione Liguria, Antonio Fasson Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta, Giovanni Berrino Assessore al Turismo Regione Liguria, Matteo Viacava Sindaco di Portofino, Laurent Viérin Assessore al Turismo Regione Autonoma Valle d’Aosta, Stefano Miserocchi Sindaco di Courmayeur e Federica Bieller Presidente SkyWay Monte Bianco. A seguire preparazione in alta quota di specialità liguri e valdostane: ostriche dei Mitilicoltori della Spezia con le bollicine “Cave du Mont Blanc de Morgex et de La Salle”, dimostrazione di pesto al mortaio e degustazione focaccia genovese esaltata dal pesto di Prà e accompagnata dal prosciutto crudo Vallée d’Aoste Jambon de Bosses . Brindisi finale con cocktail originali di Niasca Portofino a base di prodotti tipici liguri: Gin Taggiasco extravirgin di Olio Roi, Corochinato e Amaro Camatti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *